venerdì 19 agosto 2011

Grissini a ciambella con origano

La ricetta l'ho tratta dal libro di Antonella Scialdone, ho solo cambiato il nome e tolto la cipolla che non piace nei lievitati al mio piccolo uomo,e devo ammettere che è stata un'ottima sorpresa....
Al gusto sembravano veri e propri grissini, croccanti, fragranti e profumati ...profumati per la presenza dell'origano, insomma un gran prodotto!
Particolarità: tutte le persone che li assaggiano rimangono perplessi perché si aspettano dei taralli, invece la consistenza è del grissino! Scherzone!!!!




Ingredienti
270g di farina 0
100ml di acqua
90g di pasta madre rinfrescata
4 g di miele
7g di sale
20g di olio evo
2 cucchiai di origano

Sciogliere la pasta madre in una terrina con 90 ml di acqua tiepida .
Aggiungere il miele, la farina, il sale e mescolare.
Emulsionare l'olio con 10 ml di acqua e unire all'impasto insieme all'origano.

Impastare energicamente per 10-15 minuti, finché risulta liscio, lasciare riposare per 2 ore, coperto da pellicola.
Sgonfiare l'impasto e procedere con le pieghe di rinforzo.


Formare un rettangolo e piegare uno sull'altro i due lati destro e sinistro, per 1/3 del rettangolo complessivo, girare di 90° il rettangolo appena formato e ripetere l'operazione.




Ricoprire con pellicola e lasciare riposare per 1 ora.
Spianare con il mattarello allo spessore di 5mm e poi ritagliare gli anelli con una formina.





Posizionarli su una teglia ricoperta di carta forno e lasciare lievitare coperti con pellicola per 2-3 ore.



Cuocere in forno statico caldo a 210°C per 10-12 minuti.
Sfornare e far raffreddare su di una griglia (importante per evitare umidità all'interno!).


















Con questa ricetta partecipo al contest di Mamma Papera:


11 commenti:

  1. Davvero belli, sono tipo tarallini, i miei preferiti. Provo a farli con le mie super farine glutenfree! Non ho mai pensato di mettere il miele. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Deliziosi, ne prendiamo qualcuno al volo!
    Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, bravissima! ciao, Valentina

    RispondiElimina
  4. I "cuginetti" dei taralli mi attirano davvero molto... e poi lo scherzetto di" immagine" mi stuzzica ;-)

    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Che bell'idea!!!! Sai cosa mi piace anche? il modo di fare la forma, geniale...complimenti e buona domenica!

    RispondiElimina
  6. Ecco, hanno tutto per piacermi: sanno di grissino, contengono origano e nonostante ci sia la pasta madre non ci vuole una vita a realizzare la ricetta.
    Aggiudicati! :-)

    RispondiElimina
  7. Intriganti!
    Pensi si possano fare anche con il lievito di birra? E se sì, quanto?
    Grazie!

    RispondiElimina
  8. Sono proprio da uno tira l'altro...fantastici...
    MI tocca ingegnarmi con la pasta madre...prima o poi giuro la faccio!

    RispondiElimina
  9. ....ED ERANO BUONISSIMI....SONO PIACIUTI ANCHE AI NONNIIIIII BRAVA ELENA !!!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie, grazie a tutti!!!
    @Dana: sai che non saprei esserti di aiuto, ho cercato nel web, ma non ho trovato tabelle in merito, solo al contrario (cioè da lievito a pasta madre)! Però, a spanne ti direi non più di 6 gr su 350g di farina.

    Baci a tutti!!!

    RispondiElimina
  11. Ho il libro di Antonella ma devo ancora cimentarmi con la pasta madre!
    I tuoi risultati direi son ottimi!!! che favola sti grissin-taralli! :)

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!