martedì 6 settembre 2011

Gnochi de susini (variante all'albicocca)

Per la prima volta partecipo alla simpatica iniziativa "Quanti modi di fare e rifare" scoperta per caso mentre aderivo al contest di Ornella sulla feta. Avevo già pensato di provare a preparare questi splendidi gnocchi che avevo assaggiato in vacanza in Alto Adige e questa opportunità cadeva a fagiolo.
Ho confrontato la ricetta di Libera, con quanto avevo trovato sul libro La cucina delle Dolomiti di Anneliese Kompatscher durante la stesura del post Marillenknodel e poi ci ho provato...




Ingredienti per 12 gnocchi

500g di patate cotte a vapore
40g di burro
25g di semolino
1 uovo intero
1 tuorlo
125g di farina
1 pizzico di sale
zucchero
albicocche essiccate
zucchero

Salsa: per condire 3 gnocchi
25g burro
2 cucchiai rasi di pane grattugiato fine
1 cucchiaio di zucchero a velo

marmellata di mirtilli
1 cucchiaio di rum


Ammollare le albicocche essiccate per una notte in acqua.


Cuocere a vapore le patate (con il bimby: 30 minuti a varoma), passarle allo schiaccia patate, aggiungere tutti gli ingredienti lasciando la farina per ultima e mescolando bene tra un ingrediente e l'altro. Far riposare l'impasto per un'ora in luogo fresco.

In frattempo sgocciolare le albicocche su carta assorbente e riempirle con 1/2 cucchiaino di zucchero.


Passato il tempo di riposo, mettere sulla mano un poco di impasto, inserire l'albicocca e aggiungendo altro impasto formare il gnocco, è possibile aiutarsi con un poco di farina.
Far bollire una pentola con abbondante acqua e cuocerli in acqua bollente per 5 minuti (i miei avevano un diametro di circa 6cm).


Preparare una padella con burro sciolto e pane grattugiato inserito a pioggia, rosolare gli gnocchi scolati e passarli nello zucchero a velo.

Impiattare con una cucchiaino di marmellata di mirtilli e una salsa preparata sciogliendo 1 cucchiaino di marmellata nel rum e tirandola un poco sul fuoco.






Ecco come si presenta l'interno.










Con questa ricetta partecipo a "Quanti modi di fare e rifare":

Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette del Friuli Venezia Giulia, dal blog Fiordisale


14 commenti:

  1. Ciao, sei la prima che vedo, avevo già ammirato la tua versione precedente ed aspettavo questa, anch'io sono andata di albicocche. Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie della tua partecipazione.
    Ornella è ancora in vacanza, ho preso io la foto ed il link, bellissima rivisitazione.
    Grazie mille
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. molto belli i tuoi gnocchi, ti ho scoperta grazie a questa iniziativa a cui partecipo anche io. Bellissima rivisitazione e presentazione, un abbraccio e mi unisco ai tuoi follower

    RispondiElimina
  4. Grandiosa e interessante versione :)

    RispondiElimina
  5. Elena che bello questo mese ti sei unita al nostro gruppo! I tuoi gnocchi sono molto invitanti, albicocca dentro, marmellata di mirtilli fuori, non ti sei fatta mancare niente ;-)

    RispondiElimina
  6. naaa...non mi verranno mai!!! Mi toccherà andare in alto adige per provarli!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Elena, hai sempre belle invenzioni ;)
    Volevo lasciarti un paio di link di cui ti avevo detto che mi piacciono molto le loro foto.
    http://cararobbins.tumblr.com/
    http://whatkatieate.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. @accantoalcamino: ero un po' in anticipo, esco di casa presto al mattino e odio i ritardatari!
    @Anna: grazie, ottima idea questa iniziativa.
    @Stefy: grazie, passo subito da te!
    @Leti grazie 1000!
    @Stella:mi ha fatto molto piacere partecipare! Baci
    @Chefpepe: abbina la vacanza...non te ne pentirai!
    @Memole: vero? anche secondo me, è sfiziosa e originale, ;)
    @Mee: grazie, andrò sicuramente a sbirciare!

    RispondiElimina
  9. Meravigliosa versione ...coi mirtilli!!! mi intriga!!!
    Peccato non esser vicine e conoscer te e Giovanna!
    cmq non vedo l'ora di scoprire cosa combinerai con le patate viola!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ciao Elena piacere.
    Bella la tua versione.

    RispondiElimina
  11. anche tu fra di noi, bene bene, più siamo e più ci divertiamo! e poi vedere le varie interpretazioni è troppo bello!

    RispondiElimina
  12. Ciao Elena, eccomi qui in ritardo ma ci sono! Bellissima la tua versione col semolino, e poi la marmellata di mirtilli..che buoni! Grazie, un abbraccio!

    RispondiElimina
  13. ciao elena!!!
    mi sono messa tra i tuoi sostenitori,bellissimo blog!!
    ciao carla

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!