domenica 18 settembre 2011

Zuppa al vino con crostini e cannella

Questa deliziosa zuppa l'ho assaggiata per la prima volta in Alto Adige diversi anni fa e da allora ogni tanto la preparo soprattutto in inverno.
La trovo molto gustosa e funziona, almeno per la sottoscritta, da classico "cibo conforto", senza però essere dolce.
E' morbida, saporita, aromatica e il suo gusto persistente ti rimane davvero nel cuore!
La ricetta è tratta dal libro di Annaliese Kompatscher "La cucina delle dolomiti", ma come sempre ho fatto qualche piccola variazione personalizzandola un poco.





Ingredienti per 4 persone
1/2 l di brodo di carne
2 rossi di uovo
2 bicchieri di panna da montare
2 bicchieri di vino bianco secco e fermo (Pinot bianco di Terlano, ma io uso Sauvignon)
sale
pane raffermo tagliato a cubetti
20g di burro
cannella in polvere

Preparare i crostini facendoli tostare il pane raffermo tagliato a cubetti in una padella con il burro ben fuso, cospargerli di un poco di cannella, far raffreddare.
Far sobbollire il brodo in un recipiente a fondo spesso.
Unire, abbassando il fuoco, in sequenza precisa: la panna, il vino e i rossi d'uovo.
Togliere dal fuoco e miscelare con un minipimer, in modo da amalgamare tutti gli ingredienti.
Aggiustare di sale.
Riportare sul fuoco qualche minuto in modo da far evaporare l'alcol del vino e rendere più densa e cremosa la salsa.
Porzionare in tazze da brodo o piatti fondi, aggiungere crostini e spolverizzare a piacere con la cannella prima di servire.
Servire tiepido in modo da poter degustare al meglio questo piatto.

Con questa ricetta partecipo al contest di Menta Piperita "Minestre e zuppe"


8 commenti:

  1. Vedo che anche tu sperimenti con le spezie, da provare assolutamente questo abbinamento...ciao SILVIA

    RispondiElimina
  2. mai sentito di una zuppa simile, mi attira moltissimo, la metterò in nota tra le ricette da provare. Grazie per averla postata, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Anch'io in vacanza ho preso un libro di zupper alto-atesine e questa simil-ricetta l'ho vista anche là
    Un bacione!

    RispondiElimina
  4. le zuppe e le minestre sono il mio primo preferito, se poi viene dal Sud Tirolo è ancor meglio, una favola!Buona serata!

    RispondiElimina
  5. Non sapevo che si potesse fare una zuppa al vino, deve essere particoalre e buona.
    Buona giornata cara Elena.

    RispondiElimina
  6. Ma che piatto originale!!!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  7. Non la conoscevo proprio.
    Proverò a farla, mi ispira l'abbinamento. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Ve la consiglio caldamente...eh, eh, davvero molto gustosa! Un bacio e grazie !

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!