mercoledì 12 ottobre 2011

Peperoni di Carmagnola in agrodolce

La scorsa settimana alla mostra "Frutti antichi" ho acquistato dei peperoni speciali, quelli di Carmagnola.
Sono prodotti di alta qualità gestiti da un consorzio di produttori,ve ne sono di diverse tipologie che si differenziano per l'aspetto, il gusto, e le caratteristiche della polpa o della pelle.
In base a come si vuole consumare o cucinare si sceglie la variatà più adatta.
Le tipologie sono:

Peperone Quadrato: con polpa spessa, gusto dolce e croccante, ideale per la preparazione di peperonate, ma buono pure in pinzimonio.

Peperone Corno di Carmagnola o lungo: polpa dolce e croccante, meno spessa con buccia facilmente scaccabile; è adatto alla cottura al forno e alla griglia, ma ottimo anche crudo.
E' un presidio Slow Food.

Peperone trottola : buccia spessa ma facilmente staccabile dalla polpa, compatto e consistente; è indicato per le cotture al forno e alla griglia e impiegato nelle conserve sotto aceto.

Peperone Mujà: tipico piemontese, di piccole dimensioni, di forma quasi sferica con polpa dolce, spessa e facile da pelare, per questo è ideale da consumare crudo in pinzimoni,o dopo aver eliminato la pellicina (ricca di capsicina).

Peperone Tumaticot con forma rotonda e schiacciata ai poli. La polpa è molto spessa e tenera, ma poco croccante, ha un gusto molto delicato con una pelle sottile;è indicato per la conservazione per l’inverno sotto aceto o sotto rapa intero e crudo, o al forno ripieno.

Avendo intenzione di prepararli in agrodolce, mi hanno consigliato di acquistare i Tumaticot.



Ingredienti
2kg di peperoni
700g aceto di vino bianco
70g di sale fino
80g di zucchero
pepe in grani
700g di olio di girasole


Mondare i peperoni togliendo tutti i semi e i filamenti bianchi all'interno. Tagliare a spicchi piuttosto grandi.
Portare a bollore tutti gli ingredienti (tranne i peperoni) per qualche minuti in modo da sciogliere bene sale e zucchero.
Immergere i peperoni, pochi per volta, e scottarli per 2 minuti.


Inserire in vasi puliti e ben caldi (uso il microonde con un poco di acqua dentro) e ricoprire con il liquido di cottura, facendo attenzione che non rimangano bolle d'aria. Chiudere con tappi nuovi e sterilizzare in pentola piena d'acqua per circa 15 minuti, lasciare raffreddare i vasetti nell'acqua di sterilizzazione.
Consumare dopo almeno 1 mese.

Con questa ricetta partecipo al Weekend Herb Blogging # 305, da Cindy del blog Cindystar



Ricordo a tutti, anche se normai è risaputo, che il WHB versione italiana è organizzato da Brii, fondato da Kalyn, mentre l’attuale organizzatrice internazionale è Haalo.

4 commenti:

  1. adoro consrvare, adoroi peperoni!
    grazie per questa bella ricettina, pensa che ci avevo fatto un pensierino alla mostra dei frutti antichi, ma ero straimpegnata con le festa dell'uva a bardolino e non ho avuto un attimo di tregua :-(
    ma l'anno prosssimo è già in agenda,magari la organizziamo insieme! :-)

    RispondiElimina
  2. forse te l'ho già detto ma adoro i peperoni e quelli di Carmagnola sono tra i migliori. con questi bei colori conserviamo un pò di colore anche per l'autunno(fa freddo:)). Bacione da Michi-denti- bianchi-perchè-rosicchia-le-porte :).

    RispondiElimina
  3. non conoscevo questa qualità di peperoni. sono molto belli, così colorati, mettono subito allegria. e immagino che siano anche molto buoni.
    complimenti
    A.

    RispondiElimina
  4. Interessantissimo sapere le varie tipologie di peperoni.
    Non ne conoscevo nemmeno uno!
    Grazie delle spiegazioni e grazie di aver partecipato al WHB.
    A presto, prestissimo
    baciusss
    brii

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!