martedì 6 dicembre 2011

Christollen

E' con questo dolce natalizio bavarese che ci confrontiamo questo mese con l'iniziativa di Ornella ed Anna "Quanti modi di fare e rifare".
La ricetta è quella di Nonna Sole, che addirittura ha fatto una piccola revisione in in data 30 novembre per essere il più precisa possibile... bè, nonna era già una descrizione molto attenta e curata, così è spettacolare! Grazie!
Ho seguito passo passo quello indicato da lei (non sono in grado di fare variazioni quando non conosco il piatto) e mi è venuto subito al primo colpo...
Assomiglia molto, come gusto, a quello acquistato lo scorso anno sui mercatini natalizi di Bressanone e Brunico.




Ingredienti per 3 stollen
750 gr. di farina forte (la mia W400)
200 gr. di zucchero
25 gr di lievito di birra
280g di latte tiepido
250g di burro morbido
1cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di cardamomo
160g uvetta
100g di mandorle con la buccia
40g di canditi misti
40g di zenzero candito (omesso, purtroppo!)
80g di albicocche secche morbide
Rum q.b
2 uova
5g sale
Per spennellare:
30 gr. circa di burro
Zucchero semolato q.b
Zucchero a velo q.b

La sera prima.
Mettere a bagno in acqua e rum le uvette, le albicocche secche.
Fare il lievitino con 130 gr. di farina, 80 gr. di latte, 1 uovo e il lievito. Sciogliere il lievito con 2 cucchiai di latte, aggiungete il resto del latte,l'uovo sbattuto, la farina.

Far lievitare in luogo tiepido, fino al raddoppio. (da 1 a 2 ore).
A questo punto impastare il resto della farina, lo zucchero, la cannella, il cardamomo , il lievitino; aggiungere il latte gradatamente (forse non serve tutto). Deve risultare un impasto molto sodo.
Aggiungere il sale e l'uovo un pò sbattuto, quando l'impasto è incordao mettere il burro, un pò alla volta.
Mettere l'impasto in una terrina unta di burro e lasciar lievitare fino al raddoppio, in frigo, parte meno fredda per 12 ore.
Il mattino dopo aver lasciato riscaldare a temperatura ambiente, sgonfiare delicatamente l'impasto e incorporare i canditi, le mandorle intere, le uvette, le albicocche tagliate e ben sgocciolate. e all'occorrenza anche asciugati.
Dividete l'impasto in tre parti.



Sulla spianatoia infarinata lavorarli delicatamente formando un cilindro, spianare a metà con il matterello e nel pezzo più lungo appoggiare il rotolo di marzapane.
Arrotolare l'impasto fino a coprire il marzapane.




Mettere gli stollen sulla teglia ricoperta di carta forno, coprire con pellicola e lasciare riposare anche qui fino al raddoppio (circa 4 ore).

Cuocere nel forno preriscaldato a 170° per 15 minuti , a 160° per circa 40 minuti.

Appena cotti spennellarli abbondantemente di burro fuso e spolverarli di zucchero semolato e subito dopo di zucchero a velo. Lasciate raffreddare e avvolgeteli nella carta di alluminio.






Con questa ricetta partecipo a Quanti modi di fare e rifare:


Con questa ricetta partecipo all'iniziativa Abbecedario culinario della Comunità Europea che per le ricette tedesche  è ospitato da Simona del blog Briciole


19 commenti:

  1. Buongiorno Elena! E' spettacolare hai ragione questa ricetta e dovo dire che il tuo risultato è davvero bellissimo! Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. quanto è natalizio , troppo bello !! sonskedd

    RispondiElimina
  3. Che buono il Christollen, ti è venuto benissimo! Anche a me ricorda i mercatini di Bolzano e Bressanone. Purtroppo quest'anno non siamo riusciti ad andarci, fanno tanto Natale! Buona giornata, Babi

    RispondiElimina
  4. Un salutino veloce, passo dopo a gustarmi un pezzo di stollen.
    Grazie mille Elena ;-)

    RispondiElimina
  5. veramente bello e buono lo stollen, mi piace il tuo, molto ricco!! un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Complimenti, ti è riuscito benissimo!! :)

    RispondiElimina
  7. Eh beh..questi sono dolci che adoro in questo periodo...ritengo profumino di Natale!!!
    Buona giornata, baci, Flavia

    RispondiElimina
  8. quanto mi è piaciuto questo dolce, ero scettica perchè non mangio canditi, uvetta e tutte quelle robe lì, ma alla fine me lo sono praticamente mangiato da sola!!
    tanti auguri elena, ci rivediamo per i cantucci!!

    RispondiElimina
  9. Bellissimo, perfetto direi, credo che diventerà il "dolce di Natale" per molte di noi, buona giornata :-)

    RispondiElimina
  10. Sono felice che sia piaciuto e anche il tuo è perfetto!!

    RispondiElimina
  11. Elena, il tuo è il primo che vedo molto simile al mio, solo che io non ho messo anche il marzapane!
    bacioni

    RispondiElimina
  12. Questo dolce è stata una vera sorpresa. Buono!

    RispondiElimina
  13. Ecco ridico quello che ho detto alle altre amiche! io non ce la farei mai, mi sembra così complicato ma siete state ripagate dalla meraviglia dell'assaggio! baci

    RispondiElimina
  14. @Ornella: grazie a te e a nonna Sole per l'ottima ricetta!
    @Housewife: grazie!
    @Babi: anche noi quest'anno non siamo riusciti...
    @Anna: grazie a te!
    @Stefy: davvero buono!
    @Assunta: grazie cara!
    @Elifla: davvero quando sono in forno..è una meraviglia il loro profumo!
    @Dauly: ai cantucci!!!!
    @Accanto al camino: è vero ottimo sostituto del panettone!
    @Solema: grazie per la ricetta..precisa precisa! baci
    @Stella: vero che è buono?
    @Fra: lo conoscevo e devo dire che assomiglia tanto a quello di pasticceria tedesca...
    @Ely: non posso crederci... ci riusciresti e alla grande! baci

    RispondiElimina
  15. Si sente il profumo di...Natale e il tuo Christstollen è bellissimo e pieno di auguri!!
    e allora tanti auguri anche a te dalle 4 apine.

    RispondiElimina
  16. ciao cara! anche a te è venuto una meraviglia! l'ho fatto per la prima volta ma lo rifarò di sicuro perchè è ottimo! e lo zenzero candito dava veramente un tocco in più! :)

    RispondiElimina
  17. @Apelaboriosa: tanti auguri anche a voi!
    @Vicky: è davvero da rifare..la ricetta era ottima!

    RispondiElimina
  18. Si vede dalla foto che doveva essere Buonissimo! Molto bello e molto natalizio ;)

    RispondiElimina
  19. Che bello che e' venuto il tuo Stollen! Io l'ho fatto alcuni anni fa e mi e' venuto bene. Quest'anno invece non molto e quindi il prossimo anno, tutto da rifare. Mi ricordero' della tua ricetta e la consultero'. Grazie per il contributo all'Abbecedario.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!