sabato 21 gennaio 2012

Ossobuchi in gremolada

Questa è la ricetta classica dell'ossobuco alla milanese, preferisco chiamarla in gremolada perchè mi sembra di dare maggior importanza al trito finale che rende effettivamente questo piatto molto particolare.
Gli aromi del trito, aglio prezzemolo e limone, gli danno davvero una marcia in più!
Presentandolo con un risotto allo zafferano si otterrà un piatto unico.
Questo piatto ha ottenuto il riconoscimento comunale (De.Co.) dalla Giunta Comunale di Milano (con delibera del 14.12.2007).




Ingredienti per 4 persone
4 ossobuchi di vitello
4 cucchiai di olio evo
20g di burro
50g di farina
1 carota
1 cipolla
100ml di vino bianco
2 cucchiai di passata di pomodoro
1 limone biologico
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di prezzemolo tritato
350g di riso carnaroli
1 bustina di zafferano
brodo di carne
sale e pepe

Prima di tutto incidere in almeno 3 punti la circonferenza di ogni ossobuco così da tagliare la pellicola esterna che circonda questo pezzo di carne, poi infarinarli per bene, togliendo però l'eccesso di farina.

Far soffriggere con l'olio la cipolla e la carota ben tritate per 5-10 minuti, togliere le verdure con un cucchiaio, unire il burro, non  appena sciolto rosolare le carni infarinate, sfumare con il vino bianco a fuoco alto per un paio di minuti.

Riportare in pentola le verdure, unire la passata e aggiungere un mestolo di brodo.
Aggiustare di sale e pepe.
Cuocere a fuoco basso per almeno 1 ora e trenta con coperchio.

Preparare la gremolada: tritare molto fine lo spicchio di aglio con il prezzemolo e la scorza del limone biologico; unirla qualche minuto prima di finire la cottura.


Servire con un risotto preparato con il brodo di carne e aromatizzato con zafferano.



Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette lombarde, dal blog di Paola , Voglia di cucina... voglia di sognare











10 commenti:

  1. Non li ho mai cucinati con questo trito. Hai ragione, dà loro una marcia in più sicuramente, li provo. Un bacione, buon wee.

    RispondiElimina
  2. Da buona lombarda li cucino anche io così, sono ottimi, brava Ele!!!!

    RispondiElimina
  3. Molto invitante e in accoppiata con il risotto é perfetto! L'ho comprato poco fa e credo proprio che lo prepareró cosí. Un bacio e buona domenica

    RispondiElimina
  4. L'ho detto che c'è feeling tra di noi.
    Senza saperlo abbiamo postato lo stesso piatto.
    Elena sei sempre grande
    Complimenti e bacioni

    RispondiElimina
  5. ti credo che ha auto il riconoscimento comunale! deve essere un piatto delizioso! mai fatto gli ossobuchi!
    p.s. la baviera è davvero molto bella! ciao cara!

    RispondiElimina
  6. molto professionale questa ricetta con la gremolada! Pur non amando troppo la carne un tuo ossobuco me lo mangerei volentieri! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. @Federica: Grazie, baci!!!!
    @Giovanna: grazie, cara !
    @Tinny: vedrai l'effetto limone..unico!
    @Speedy: è un classico, vero?
    @Babi: poi fammi sapere!!
    @Gianni: è vero, confermo, c'è sintonia!!! baci
    @Vicky: la Baviera è splendida e quel castello, dal nome impronunciabile, poi!!!
    @Fausta: grazie cara, detto così poi.... un bacio!

    RispondiElimina
  8. Sono secoli che non mangio l'ossobuco......Mi sa che proverò questa ricetta....se riuscurò a acquistare gli ossobuchi.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!