sabato 11 febbraio 2012

Pane al germe di grano...con burro e marmellata

...è questo che voglio presentare per il contest di "Brunch or Breakfast?" organizzato da Franci e da Vale dei dei blog Scorribande in cucina e La cucina che Vale.






Un contest simpatico e che mette a confronto le due diverse modi di interpretare la colazione.
Quando si parla di breakfast, almeno per me, penso ad una ricca colazione ...non al classico caffè di corsa e in piedi delle mattine in cui si è  in ritardo, penso alla tranquillità di un tè, preparato con una miscela un po' speciale, o a un buon cappuccino, di quelli con due dita di schiuma e fatto con un latte corposo e profumato.
Quanto al brunch invece, mi ricorda quelle domeniche in cui ci si sveglia tardi e si ha la possibilità di perdere tempo, quelle tavole preparate con tante delizie dolci e salate una più golosa dell'altra.....
Propendo per breakfast,visto che ormai sono tanti anni che non posso permettermi di alzarmi tardi, e in particolare per pane, burro e marmellata, mi ricorda di quando ero piccola e mia madre mi preparava ottimi panini con la classica marmellata di prugne fatta in casa.
In questo caso ho preparato un pane al germe di grano, la ricetta è quella di Sara Papa, ho aggiunto solo una pennellatura con uovo e una spruzzata di semi di sesamo in superficie.
Questo pane è molto profumato e saporito e quando è spalmato con burro fresco e marmellata di mirtilli (una delle mie preferite) si trasforma in un cibo prelibato.

Ingredienti
750g di farina W350
50g di germe di grano
400g di acqua
150g di lievito madre
10g di miele
30ml di olio evo
15g di sale
1 uovo
latte
semi di sesamo

Miscelare la farina con il germe di grano, sciogliere il lievito madre in mezza dose di acqua, unire il tutto aggiungendo il miele, il resto dell'acqua  e quando ormai l'impasto risulta incordato inserire il sale e l'olio.
Amalgamare per bene l'impasto e far lievitare in una ciotola unta di olio  e ricoperta da pellicola fino al raddoppio del volume (io sei ore con lievito madre rinfrescato il giorno prima).
Rovesciare l'impasto su un piano ben  infarinato perché risulta molto morbido.
Inserire nello stampo da plumcake (con questa  dose ho preparato pure qualche ciabattina), attendere ancora un paio di ore  così da far lievitare ancora.
Pennellare la superficie del pane con uovo  sbattuto e un poco di  latte, spargere i semi di sesamo.
Infornare alla temperatura di  220°C per 15 minuti e poi ridurre a 180°C e proseguire per altri 40 minuti.

6 commenti:

  1. Mi mancano sia la pasta madre che il germe di grano, ma mi sto organizzando e presto potró preparare questo bellissimo pane. Anche per me l'idea di colazione é pane burro e marmellata, con ingredienti ottimi come i tuoi diventa il dolce migliore che si possa preparare! Un bacione e buona domenica, Babi

    RispondiElimina
  2. complimenti, deve essere buonissimo!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena la tua descrizione di colazione mi piace molto e apprezzo molto anche la tua ricetta di questo morbido e profumato pane!
    Grazie e mi unisco anch'io a te!

    RispondiElimina
  4. Ciao Elena, complimneti per davvero per questo pane. Io amo tanto i lievitati, dolci e salati, ma purtroppo non abbiamo un buon feelling(vabbè confesso non mi vengono bene tranne il babà :)). Sarà che sono profondamente impaziente:).Tu dove la compri la farina con l'indice di quanto sia forte? Nei normali supermercati sulle confezioni non viene mai specificato. In bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  5. sei bravissima a fare il pane! Complimenti,invece io sono una frana, proverò a seguire la tua ricetta! Baciotti e ronron Helga e Magali un miaooo a Zorro e Shanty
    p.s. come va con la neve da te?

    RispondiElimina
  6. @Babi: sono sicura che appena ti sarai "attrezzata" farai dei capolavori!
    @Fede: Grazie!
    @Vale: mi fa piacere così non ci perdiamo di vista....
    @Anca: sai che il babà non l'ho mai fatto...dovrò provare. La farina la compro al mulino quello di Voghera, ma ce ne sono tanti che se ti presenti ti spiegano le tipologie di farina che hanno.
    Ne compro 5kg alla volta non sacchi grandi...
    Helga: ma non ci posso credere... prova per prima la mia ricetta dei panini all'olio, quelli vengono sempre bene!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!