sabato 10 marzo 2012

Treccine di ricotta

Questi dolcetti sono deliziosi per una colazione salutare, la ricetta è tratta dal libro di Luca Montersino Croissant e Biscotti.
La ricetta mi ispirava parecchio per la mancanza di grassi ed oli, e la presenza di un solo uovo, poi nel preparali ho avuto un dubbio, forse è un poco imprecisa la ricetta: si parla di un uovo che dalla lettura sembrerebbe utile a pennellare prima di cuocere.
Ecco la ricetta ripresa pari pari.... voi che ne dite?




Ingredienti per 14 treccine
250g di farina 180W
250g di zucchero semolato
375g di ricotta di pecora
8g di baking
5g di sale
1g di olio essenziale di limone (scorza di limone, io)
1 uovo

Amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ma non eccessivamente lavorato.

Modellare delle palline di 60g l'una, quindi lavoratele per ottenere dei filoncini e poi delle trecce.

Disporre su di una teglia foderata con carta forno, pennellare con l'uovo sbattuto e spolverizzare con zucchero semolato.

Cuocere in forno caldo a 150°C per 20 minuti circa.

Quindi ho utilizzato l'uovo solo per spennellare e altro zucchero per spolverizzarle.
Il dubbio sull'uovo mi è rimasto per tutto il tempo della cottura in quanto le treccine tendevano un po' a sformarsi per la mancanza di uova nell'impasto, poi con l'assaggio il dubbio è svanito...,il risultato è ottimo la pasta è morbida, gustosa e si accompagna bene ad un buon te!


La prossima volta che li preparerò proverò a cuocerli a 170°C per 15 minuti, in modo da renderli più colorati e magari mantenere meglio la forma.


Come vedete non ho copiato solo la ricetta.... 


Con questa ricetta partecipo all'ultimo minuto al contest The foodbook - il libro è servito di Polvere di Peperoncino in collaborazione con Bibliotheca Culinaria

9 commenti:

  1. Elena, ciao
    ma sono molto molto belle ...
    fin più belle le TUE treccine.
    Sai che le proviamo ... e non mettiamo l'uovo allora.
    A presto le 4 apine

    RispondiElimina
  2. ho il libro e cento volte avrei volute farle, direi che sono venute perfette. Bravissima. Mi tenti ancora di più a provare. buona domenica. mony

    RispondiElimina
  3. Io sono d'accordo con te per l'uovo, hai fatto bene ad usarlo per pennellare! Devono essere di un buono..:)

    RispondiElimina
  4. Ahahah, ce l'ho anch'io quel libro che sta a prender polvere sullo scaffale ed a chiacchierare con gli altri. Aspetto sempre di vedere postati da voi i suoi biscotti per decidermi di provare...fifona sono! Un bacione, buona setti.

    RispondiElimina
  5. @Apine: grazie grazie!!!
    @Monica: direi che questa era la ricetta che mi incuriosiva di più, ma ce ne sono altre di golosissime, vero?
    @Ornella mi fa piacere che la pensiamo allo stesso modo, però se avessero elencato gli ingredienti dell'impasto fugavo tutti i miei dubbi!!! Grazie bacio!
    @Tinny: non pensare sai...anch'io ho tanti libri che non riesco a provare...li sfoglio tanto ma preparo poco!!!!bacioni

    RispondiElimina
  6. Sai che pensavo avessero un impasto piuttosto duro? Invece da come le hai descritte devono essere una meraviglia, poi senza grassi... saranno mie! Ti sono venute perfette, baci e buon lunedì, Babi

    RispondiElimina
  7. Ricetta perfetta, compiti a casa svolti alla perfezione!!! :DDD
    Grazie per aver partecipato al contest, non mi resta che farti l'in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  8. vedendole cos' belle queste trecce direi che hai fatto TUTTO alla perfezione ;-)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Al nome del *padre* di queste treccine scuotevo la testa: io con Montersino e i suoi milligrammi non ci vado d'accordo!
    Ma alla voce mancanza di grassi già cominciavo a tentennare.
    Sulla foto sono CADUTA: le proverò anch'io... anche se non ho il bilancino del farmacista!
    Nora

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!