venerdì 20 aprile 2012

Risotto agli asparagi

E' venerdì sera...evvai con l'appuntamento della Cucina Regionale (Cibo e regioni - Idee dall'Italia che cucina)  la bella iniziativa curata da Babi e Renata.

Questa settimana l'ingrediente principale erano le verdure, bisognava preparare un piatto, non necessariamente vegetariano, in cui le verdure erano in primo piano.
L'Emilia Romagna è una regione pianeggiante dove l'agricoltura è molto sviluppata e insieme ai cereali, gli ortaggi sono coltivati in gran quantità.
Nella provincia di Piacenza in questo periodo inizia il raccolto dell'asparago, da qualche anno i maggiori produttori si sono uniti in consorzio  per promuovere questo ottimo prodotto, lo fanno attraverso diverse iniziative tra cui la costruzione di piccoli stand sparsi per la provincia in cui si possono trovare questi prodotti a Km0.
Ho acquistato quindi questi asparagi e ho fatto un classico risotto, ecco il risultato....


Ingredienti per 4 persone
320g di riso carnaroli
400g di asparagi
1 litro di brodo vegetale
100ml di latte
100ml di vino bianco secco
1 scalogno
20g di burro
sale
olio evo
Parmigiano reggiano

Mondare gli asparagi tagliandoli a pezzetti, eliminando la parte di gambo che risulta più dura da tagliare.
Soffriggere con 3 cucchiai di olio lo scalogno tritato, inserire gli asparagi e cuocere con un poco di brodo per circa 10 minuti, togliere le punte (che cuociono subito perché più tenere) e tenerle da parte per decorare i piatti.
Quando il brodo è evaporato, tostare il riso, sfumare con il vino bianco a fuoco alto.
Iniziare la cottura mescolando di tanto in tanto aggiungendo man mano  il brodo ben caldo.
Cuocere per circa 15-17 minuti e a due minuti dalla fine unire il latte tiepido.
Togliere dal fuoco e mantecare con il burro e il formaggio (a piacere).
Servire con punte e scaglie piccole di Parmigiano reggiano.

Eccoci ora a curiosare nelle altre cucine d'Italia...vediamo un po' che cosa c'è di buono...
...da Sud a Nord....
Sicilia: Caponata di melanzane del blog Cucina che ti passa
Calabria: Turtera i carciofi di Rosa ed Io
Campania:Pane cotto con broccoli neri di Le ricette di Tina
Puglia: Fav e'cime cicuer di  Breakfast da Donaflor
Lazio:Dalla tradizione della cucina ebraica a quella romana: carciofi alla giudia e carciofi alla romana di Chez Entity
Toscana: Ribollita di Non Solo Piccante
Umbria: Fregnacce alle Vitabbie di 2 Amiche in Cucina
Liguria: Torta de articiocche di Un'Arbanella di Basilico
Lombardia: Zucchine ripiene alla viscontea di L'angolo Cottura di Babi
Veneto: Tris di asparagi bianchi di Semplicemente Buono
Piemonte: Puissi e giambon di  La Casa di Artù
Trentino Alto Adige:Sformato di barbabietola in crosta di strudel di A Fiamma Dolce
Friuli Venezia Giulia: Fasoi in tecia con asedo di Nuvole di Farina

16 commenti:

  1. il risotto e asparagi e sempre un abbinamento perfetto, buon weekend

    RispondiElimina
  2. oh mia cara Elena ...un piatto raffinato e molto gustoso!!!!!!
    Poi io vado pazza per i risotti!!!!!!Un bacio bimba e COMPLIMENTIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  3. Che bello!!! ecco qualcosa che accumuna le nostre due regioni!!!
    Il tuo risotto deve essere veramente squisito!!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  4. Una delle manieri migliori per gustare gli asparagi è proprio col risotto! E un bel risottino stasera, a scaldarci da questa primavera così pigra ci sarebbe stato molto volentieri anche sulla mia tavola! Buon we!

    RispondiElimina
  5. ma io vivevo a Piacenza e non sapevo di qeusta cosa bellissima sugli asparagi? noo mi sono persa degli asparagi spettacolari! Gnam mangerei più che volentieri il tuo risotto, sembra deliziosoooo!!
    bravissima, un bacione e buon week end

    RispondiElimina
  6. Decisamente uno dei miei risotti preferiti, purtroppo mio marito non mangia gli asparagi, quindi me lo preparo tutto per me. Grazie Elena, buonissimo piatto!

    RispondiElimina
  7. eh si..si..si...il risotto con gli asparagi lo adoro, è uno tra i risotti che preferisco alla grande!
    ottimo piatto!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. lo adoro!qui mettiamo anche la scamorza..troppo saporito tesoro!!

    RispondiElimina
  9. A me gli asparagi piacciono moltissimo, in casa mia ne arrivano a tonnellate perchè un mio cugino ha campi dove li fa crescere e poi li regala un pò a tutti. Il tuo risotto è buonissimo; ed è bellissima l'iniziativa delle tue parti con i chioschi di mercato a km 0 ne serviurebbero di più in tutta italia per imparare ad apprezzare quello che il nostro territorio offre.

    Elena posso farti una domandina sul quanti modi? Se faccio parecchi ravioli dei tuoi, li posso congelare?

    RispondiElimina
  10. Quanto mi piace il risotto agli asparagi!! Anche noi lo abbiamo mangiato questa settimana...
    Buon weekend.

    RispondiElimina
  11. Cara Elena, gli asparagi sono tra le mie verdure preferite!!!!ahimè sono molto costosi qui, chissà perchè!..mi piacerebbe venisse applicata una legge che vieti la vendita di prodotti lontani per preferire quelli locali..ma sono una sognatrice ;-) Il tuo risotto è presentato benissimo e squisito con quelle scagliette irresistibili!Un bacio e buon we!

    RispondiElimina
  12. Il film era una mezza ciofeca, domani vi racconto, intanto sto girando come una matta perché voglio vedere tutto prima di andare a dormire. Magnifico risottino, c'è da strafogarsi stasera e senza nemmeno appesantirsi troppo! Bacio buon we

    RispondiElimina
  13. Uno dei mie risotti preferiti, brava, molto ben presentato. A presto

    RispondiElimina
  14. Il risotto è il mio piatto preferito, poi quello con gli asparagi è un must primaverile....spettacolare!
    credo che lo farò oggi, ho giusto degli asparagi da usare!!

    RispondiElimina
  15. Risottino saporito,brava Elena e grazie per le belle parole che mi hai scritto.
    Buona domenica a te.

    RispondiElimina
  16. Anche io lo preparo spesso ma l'idea del latte lo deve rendere davvero cremoso è più gustoso!
    Buona domenica cara!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!