mercoledì 20 marzo 2013

Nidi di rondine..per l'Italia nel piatto!

Oggi è il giorno 20 e, come al solito, vi proponiamo l'appuntamento con L'Italia nel piatto, la nostra rubrica di cucina regionale, siete curiosi di sapere  l'argomento? 

Eccovi accontentati..... rullo di tamburi...........

Le ricette pasquali

L'argomento non è stato facile da trattare, nella mia regione, come in diverse altre, di ricette pasquali tradizionali  non se ne conoscono, ci sono ricette più preparate di altre per gli ingredienti, per la presentazione, per la simbologia... 
E così ho scelto anch'io un primo piatto, spesso preparato per il pranzo pasquale, proprio per la denominazione del piatto che dà proprio l'idea della primavera... i nidi di rondine.... 
Sono una pasta al forno, molto ricca e gustosa, non proprio semplici da preparare, ma comodi, infatti si possono  conservare in freezer a metà preparazione e questo aiuta parecchio nell'organizzazione dei pranzi.
Era la prima volta che li preparavo, ma non che li mangiavo, infatti spesso sono presenti nei menù dei ristoranti e diverse gastronomie li propongono, vendono i nidi non conditi e poi ognuno li può farcire come preferisce ...io ho farcito con sugo leggero di pomodoro e un poco di panna per ammorbidire il gusto, ma può essere diverso anche solo burro e formaggio...
Ed ecco le foto, scusate questo piatto non è molto coreografico, e per questo ho deciso di fare il collage.... vi assicuro però che è molto buono!!!!!


Ingredienti per 4 persone
200g di farina
50g di spinaci freschi
1 uovo
1 cucchiaio di olio
sale
250g di prosciutto cotto affettato
besciamella (preparata con 500ml di latte)
sugo di funghi: olio evo,1 scalogno, 40g di funghi secchi, passata di pomodoro, concentrato di pomodoro, sale e pepe
sugo al pomodoro: olio evo, 1 scalogno,  passata di pomodoro, concentrato di pomodoro, sale e pepe
50ml di panna
50ml di latte
50g di Grana padano grattugiato
olio evo

Preparare la pasta: omogeneizzare con il bimby la farina con le foglie di spinaci  lavate e asciugate, a vel 9 per 20 sec; unire uova, olio e sale e impastare 15 sec vel 5 e poi 1-2 minuti funzione Spiga.
Togliere l'impasto e farlo riposare una mezz'oretta ricoperto da  pellicola a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparare la besciamella come spiegato qui e lasciare raffreddare in modo che si addensi.

Preparare un sugo di funghi:  soffriggere in olio lo scalogno tritato, aggiungere i funghi rinvenuti in acqua tiepida per un'oretta, pepare, inserire la passata 1-2 cucchiai e 2 cucchiaini di concentrato, rosolare e poi aggiungere 1 bicchiere di acqua, cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti, aggiustare di sale. Asciugare il sugo al massimo.

Riprendere l'impasto verde, e con il mattarello tirare  una sfoglia a forma di rettangolo (30cm x 40cm o più).

Posizionare un grande rettangolo di  pellicola sul piano di lavoro, portare la sfoglia su di questa e poi ricoprire con 250g di prosciutto cotto affettato, aggiungere la besciamella e poi cospargere di formaggio grana circa 20g e il sugo di funghi ristretto.
Avvolgere dalla parte a rotolo dal lato dei 40 cm aiutandosi con la pellicola sottostante.
Avvolgere ben stretto e mettere in freezer per 2-3 ore (attenzione: dopo 1 ora assicurarsi che il rotolo sia ben tondo e non ovalizzato ... è dovuto al peso della besciamella).

Togliere dal freezer e tagliare delle fette di circa 2 cm di altezza, e disporre in una teglia unta con olio (foto nel collage).

A questo punto può essere messo in freezer e mantenuto per 1-2 mesi oppure messo in frigorifero, se lo cucinate dopo poche ore o il giorno successivo.

Preparare il sugo di pomodoro leggero: soffriggere in olio lo scalogno tritato, aggiungere 4-5 cucchiai di  passata di pomodori e 2 cucchiaini di concentrato, rosolare e poi aggiungere 1 bicchiere di acqua,aggiustare di sale e pepe e  cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti, spegnere il fuoco e unire la panna e il latte.
Farcire la superficie dei nidi con questo sugo e poi spolverizzare con il resto del formaggio grattugiato.
Cuocere in forno a 180°C per 20-30 minuti, fino a quando non si è formata la crosticina.
Prima di servire mantenere a temperatura ambiente per 5 minuti, se non è bollente è molto più gustoso!

ed ora vediamo che succede nelle altre cucine dell'Italia nel piatto:



Valle D'Aosta - Torta Pasqualina, doppia versione del blog L'appetito vien mangiando 
Piemonte - Uova alla bella Rosin del blog La casa di Artù 
Lombardia - Agnellino del blog Le delizie della mia cucina
Trentino Alto Adige - Rotolo di spinaci e Corona Pasquale del blog A fiamma dolce 
Veneto - Fugassa Veneta del blog Le tenerezze di Ely  
Friuli Venezia Giulia - Putizza del blog Nuvole di farina
Emilia Romagna - I nidi di rondine qui
Liguria - Agnello con i carciofi del blog Un'arbanella di basilico 
Toscana - Schiacciata di Pasqua livornese del blog Non solo piccante
Umbria - Ciaramicola del blog 2 Amiche in cucina
Marche - Crescia di Pasqua dolce del blog La creatività e i suoi colori 
Abruzzo - Pupe e cavalli  del blog In cucina da Eva
Molise -Treccia di Pasqua del blog La cucina di Mamma Loredana  
Lazio - Pizza sbattuta del blog Chez Entity
Campania -Casatiello napoletano del blog Le ricette di Tina  
Puglia -Tiedd d'agnidd o furn co l patan del blog Breakfast da Donaflor 
Calabria - Cuculi di Pasqua all'anice del blog Io cucino così
Sicilia -Pecorella di marzapane del blog Cucina che ti passa 
Sardegna - Dolci al limone veloci Piricchittus del blog Arte in cucina

e questo mese abbiamo come ospite Mariangela del blog Cocomero rosso, che ha vinto il mese scorso il nostro giochino, complimenti!
Mariangela dalla Calabria  ci presenta La Tiana catanzarese

Per chi vorrà partecipare al nostro gioco vi chiediamo di andare a visionare la nostra pagina facebook, qui si troveranno tutte le regole per la partecipazione e come vincere... vi aspettiamo!!!


35 commenti:

  1. buonoooo?? secondo me è sublimeee! a volte ci sono piatti belli ma non sanno di nulla! sono sicura che questo è ottimo! ho letto gli ingredienti...mmmm boni! la devo provare appena posso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì è un po' laboriosa.... ma buona!

      Elimina
  2. Beh Elena cara, è uno dei piatti piu squisiti io abbia visto!!!!e tu sei sempre bravissima!!Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Una preparazione sicuramente laboriosa, ma che ripaga ampiamente nei giorni di festa. Un piatto ricco che è un piacere vedere in tavola e nel piatto!!! complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù, qua da noi è abbastanza comune...non è bellissimo, ma è superbuonooo!

      Elimina
  4. bella preparazione, elaborata, e di grande effetto, un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Complimenti Elena, hai fatto un capolavoro!! Bravissima, ricetta deliziosa :-) un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esagerata...è lunga ma si può operare a rate... un po' per giorno...e tutto diventa più abbordabile!

      Elimina
  6. Un capolavoro, sono meravigliosi :)
    In effetti mi domandavo quale fosse il piatto caratteristico di Pasqua per noi emiliani, i nidi di rondine rappresentano benissimo la primavera e quindi la Pasqua. Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più belle le foto della preparazione che quelle del piatto finito.... baci

      Elimina
  7. Veramente una bellissima ricetta, un pò elaborata ma di grande effetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisamente calorica, ma ne vale la pena...

      Elimina
  8. secondo me è bellissimo da vedere, quella bella crosticina dorata è una meraviglia, bellissimo piatto, un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, troppo gentile... un bacio!

      Elimina
  9. un capolavoro davvero! concordo con Daniela!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì il nome lo rende primaverile...

      Elimina
  10. Veramente un bel lavoro Elena!!! Ed è vero! Un piato veramente coreografico, ricco di colore e poi tanto e tanto gusto! Certo che voi per le paste ripiene... non siete secondi a nessuno!!!! Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, con la pasta qua non si scherza... un bacione!

      Elimina
  11. weeeeee ma questa è la fine del mondo bravaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tinaaaaaaaaaaaaaa, so che domani sei a Milano, ma io purtroppo sto a Firenze...si incroceranno i treni? bacioni!

      Elimina
  12. E' una vita che non mangio questo primo piatto, me lo faceva sempre mia madre e visto come veniva bene a lei, non ho mai osato rifarlo, un piatto che adoro...

    RispondiElimina
  13. e certo che da voi non poteva mancare una pasta ripiena!
    ecco...questo è davvero un piatto della festa!
    dev'essere di una bontà da leccarsi le dita! mio figlio sicuro divorerebbe un tegame intero di questa pasta!
    bacioniiiii

    RispondiElimina
  14. Dal titolo della ricetta non sapevo cosa aspettarmi. Mi piace che sia un primo piatto... perché mi piace tantissimo l'idea di poterlo rifare quanto prima... :-)
    E poi domani sarà primavera, quindi quale miglior simbolo della rondine?!

    RispondiElimina
  15. Delizioso con la pasta agli spinaci!! peccato che non ho il bimby altrimenti!!
    cmq bravissima davvero!!!
    baciii

    RispondiElimina
  16. Una ottima ricetta ,purtroppo per motivi di salute ( non posso mangiare il maiale)dovrei sostituire il prosciuto cotto con la mortadella di pollo,sperando che no cambie de molto il sapore.Senza dubbio ,un piatto da mangiare con tutta la familia nella Pasqua

    RispondiElimina
  17. Belli e buoni... complimenti... come sempre

    RispondiElimina
  18. Ciao Elena, che bontà ci hai presentato e ho visto anche la fideuà, una prelibatezza! Bacione

    RispondiElimina
  19. Complimenti per la ricetta: ottima per il pranzo di Pasqua. Grazie e un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Questi primi al forno sono una vera delizia!!!
    Bravissima!!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  21. che belli!! e sicuramente anche buonissimi ;)

    RispondiElimina
  22. Una bellissima idea
    per un primo piatto moltoooooooooooo originale
    e davvero coreografico cara Elena...davvero...Molto!!!!!!!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!