Visualizzazione post con etichetta micronde. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta micronde. Mostra tutti i post

lunedì 26 maggio 2014

Croque madame agli spinaci


Buongiorno e buon lunedì,
L'argomento di oggi è .....
spinaci!
Si, quelli di Braccio di ferro! Con questo cartone animato siamo riusciti a propinarli a tutti i bambini, non è vero?
Oggi però vorrei proporvi un piatto da grandi, un piatto francese, rielaborato dalla Chef Ambra Romani, e dalla sottoscritta. La versione della chef è pubblicato su Sale e Pepe di Aprile, io ho preso spunto e fatto qualche variazione... che ve ne  pare?

Ingredienti per 2 persone
4 fette di pane a cassetta
20g di Parmigiano Reggiano
80g di spinaci surgelati (purtroppo!)
2 cucchiaini di olio evo
1 uovo
1 cipollotto
1 cucchiaio di latte
sale e pepe

Tostare il pane sulla griglia, in modo da renderlo croccante.

Passare gli spinaci in padella con 1 cucchiaino di olio, aggiustare di sale.

Farcire il pane mettendo gli spinaci passati e sottili scaglie di parmigiano.

In una scodella sbattere l'uovo con il latte, aggiustare di sale e pepe.

In una padella stufare con 1 cucchiaino di olio e un poco di acqua il cipollotto affettato per 5-10 minuti, poi unire il latte con l'uovo e strapazzare.

Nel frattempo passare al micronde le croque per 1 minuto in modo che il formaggio interno si sciolga.

Formare un quenelle con l'uovo strapazzato e decorare le croque, aggiungere anche altre scaglie di grana e pepe appena macinato.



ed ora corriamo a vedere le proposte delle mie amiche blogger...

Carla Emilia del blog Un'arbanella di basilico: Zucchine ripiene di spinaci e ricotta 

Cinzia del blog Cinzia ai fornelli: Insalata con Spinacini e fragole 

Tania del blog Cucina che ti passa: Spinaci alla partenopea

Yrma del blog A fiamma dolce: Sofficini agli spinaci light 

lunedì 16 settembre 2013

Polpettone di fagiolini

Il polpettone di fagiolini è una ricetta tipica della Liguria,  ha un gusto piacevole che si apprezza soprattutto quando è freddo (temperatura ambiente) o appena tiepido.
Questa ricetta non so se è originale, ma è tratta da due blog genovesi (qui e qui) e secondo me questo può essere una garanzia, che ne pensate? 
E' ideale per le cene estive accompagnate da un insalata di pomodori, ma è pure carino se servito tagliato a quadrotti come finger food, magari come antipasto o con l'aperitivo.


Ingredienti
300g di fagiolini
500g di patate
100g di ricotta
30g di funghi porcini secchi
3 uova intere
60g di parmigiano reggiano
sale
pepe
maggiorana
pane grattugiato
burro

Ammollare i funghi in acqua tiepida per un paio di ore.
Mondare  i fagiolini e le patate, lessare in pentola a pressione o cuocere a vapore ( io sempre con bimby, metto le patate nel cestello interno e nel Varoma i fagiolini: imposto 35 minuti, acqua nel boccale 1l, imposto vel 1 a Varoma).
Passare tutto al passaverdure (la prossima volta però i fagiolini li schiaccerò con la forchetta in modo da trovare qualche tocchetto).
Impastare poi con ricotta, parmigiano, uova, funghi, aggiustare di sale e pepe, aromatizzare con maggiorana.
Ungere una pirofila con il burro, cospargere di pane grattugiato, inserire l'impasto e con le mani compattarlo e pareggiarlo.
Sulla superficie distribuire il pane grattugiato e tanti piccoli fiocchetti di burro.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 30 minuti, con grill finale per formare la crosticina.
E' possibile cuocere in micronde,  funzione micro+ grill per 15 minuti a 750 watt di potenza.

Questo post per ricordarvi il gioco di una cara blogger Linda di La mia famiglia ai fornelli  utile a conoscere altri blog per condividere interessi e ricette...vi aspettiamo non potente non partecipare ...cliccate un po' qui!


martedì 18 dicembre 2012

Capesante gratinate con besciamella allo zafferano

Le capesante gratinate per le feste natalizie sono sempre un must, ma quest'anno avevo intenzione di variare la ricetta e così dopo aver letto a destra e  a manca mi sono esibita in una prova tutta mia.
Ho pensato ad una gratinatura diversa, senza pane grattugiato ed erbe aroamtiche, ho utilizzato una besciamella molto lenta con un paio di cucchiai di Trentingrana e lo zafferano. 
Per decorare ho utilizzato le bacche di goji, che dopo tanto cercare sono riuscite a trovare, sono i frutti del Lycium barbarum e pare siano ricchissime di antiossidanti, ferro e betacarotene, inoltre sono proprio buone sia tal quali che in aggiunta a dolci e.... da oggi, anche ai  cibi salati.
La loro funzione doveva solo essere decorativa invece è stata essenziale anche per il gusto, infatti hanno impresso l'acidità giusta per bilanciare il piatto...
E' stato un successo sia dal punto di vista visivo che gustativo, ecco la ricetta...


Ingredienti per 4 persone
4 capesante
1/4 di scalogno
1 cucchiaio di olio evo
2 cucchiai di brandy
sale
20g di burro
1/2 cucchiaio di farina
100-150ml di latte (purtroppo sono andata ad occhio...)
1/2 bustina di zafferano
20g di formaggio Trentingrana
bacche goji

Mettere in 100ml di acqua fredda e brandy (1 cucchiaio) le bacche in modo che si idratino un poco.

Lavare bene sotto il getto dell'acqua le capesante, aprirle con un coltellino ed eliminare la conchiglia piatta.

Soffriggere lo scalogno tritato, aggiungere i molluschi, rosolare velocemente, aggiustare di sale e sfumare con un cucchiaio di brandy.
Spegnere dopo al massimo 5-8 minuti.

Posizionare nelle conchiglie con un cucchiaino di sughetto, nel rimanente sciogliere lo zafferano.

Preparare una besciamella con il burro, la farina e il latte, dovrà essere molto lenta (se avete qualche dubbio sull'esecuzione cliccate qui), a fine cottura salare, aggiungere il formaggio grattugiato e il sugo allo zafferano.

Ricoprire ogni conchiglia con un cucchiaio di besciamella, gratinare in forno per 5 minuti a 200°C o in microonde per 3 minuti 610Watt con grill.

Decorare con le bacche goji prima di servire.

Per evitare che le conchiglie si pieghino e facciano uscire il ripieno, preparare con la stagnola dei piccoli anelli che vi serviranno da supporto per tenere diritte i gusci!

Con questa ricetta partecipo al contest di Cinzia e Valentina Colors and food what else? , in questo mese i colori sono il rosso e l'oro!!!

domenica 26 agosto 2012

Pane carasau con scamorza

Avevo trovato questa ricetta sul web la scorsa settimana in questo sito, ho voluto provarla, variando un pochino gli ingredienti...spero di aver mantenuto la tipicità!
In ogni caso è un piatto molto gustoso, veloce da preparare e che in casa ha riscontrato un notevole successo.



Ingredienti
Pane carasau
Pomodori ben maturi
origano
sale e pepe
scamorza
pecorino sardo
olio evo

In una teglia da forno ungere il fondo e foderare con pane carasau, anche se i fogli di sovrappongono un poco non c'è problema.
Posizionare ad di sopra pomodori affettati molto sottilmente, condire con olio sale, pepe e origano, cospargere con pecorino sardo grattugiato e poi aggiungere fette sottili di scamorza.
Continuare con questi ingredienti  e in questo ordine per 5-7 strati ... a piacere, finire con olio evo.
Infornare a 180 °C per 10 minuti in forno già caldo o al microonde per 5 minuti 650Watt di potenza funzione combinato (micro+grill), come ho fatto io, dato le temperature di questi giorni.

Il vino da abbinare è Isola dei Nuraghi: vino rosso di struttura e dagli aromi e sapori intensi, sardo, naturalmente.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette della Sardegna, dal blog The cooking sisters

martedì 7 agosto 2012

Curd all'albicocca

Conoscete il curd? L'ho scoperto 4-5 anni fa al Mercato europeo, vi era una bancarella che vendeva marmellate, chutney di ogni tipo e pure il curd...naturalmente dopo aver assaggiato ho dovuto acquistare qualche prodotto.
Allora portai a casa un curd al lime ...favoloso, tornata a casa mi affidai ad internet e mi si aprì un mondo. Questa crema è ideale per farcire le torte, i pasticcini, per la colazione sulle fette biscottate, ma anche così nature...
Da allora quando ho frutta in abbondanza mi esibisco, ecco la ricetta di quello all'albicocca... buonissimo..



Ingredienti
125g di burro
200g di zucchero a velo
120g di purea di albicocche
1  tuorlo d'uovo
1 uovo intero
12g di succo di limone

Fondere il burro nel micronde, unire lo zucchero a velo e il succo di limone mescolando accuratamente. Frullare le albicocche pelate accuratamente e aggiungerle al composto.
Portare a bollore con il micronde, unire il tuorlo e l'uovo intero, amalgamando per bene tra un'aggiunta e l'altra.
Cuocere al micronde per 2 minuto a max potenza, mescolando dopo il primo minuto ( la miscelazione a metà cottura è utile ad evitare la coagulazione dell'uovo vicino alle pareti del contenitore).

Con questa ricetta partecipo al WHB#346, Weekend Herb Blogging, che questa settimana è ospitato da Cristina del blog Tutto ad occhio:


Ricordo che questa iniziativa è stata ideata da Katlyn del blog Katlyn's Kitchen, è organizzata a livello internazionale da Haalo, del blog Cook (almost) anything at least once ed è gestita nella versione italiana  da Brii del blog Briggishome.

Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario Culinario della Comunità Europea organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato per le ricette della Gran Bretagna da Food 4 Thought  


lunedì 23 luglio 2012

Peperoncini dolci ripieni

Al supermercato la scorsa settimana ho trovato dei simpatici peperoni in miniatura di tutti i colori, sulla confezione c'era la scritta "DOLCI" e subito sotto ottimi in pinzimonio e ripieni...subito mi sono incuriosita e non mi sono lasciata scappare "l'affare"!
Effettivamente sono molto dolci e saporiti,  con questo ripieno nato per caso con un avanzo di cous cous, utilizzato per un'insalata fredda, sono risultati davvero ottimi.
Da preparare sono semplici e veloci, possono essere serviti come contorno ma anche come antipasto. Piatto facile e versatile cosa vogliamo di più?


Ingredienti
1 zucchina
1 carota
40g di cous cous
1 cucchiaio di pistacchi tritati
olio
2 cucchiai di grana padano
6 peperoncini dolci
sale e pepe

Tagliare a cubetti piccoli la carota e la zucchina e saltarli in poco olio per qualche minuto (max 5 minuti).
Cuocere il cous cous, come descritto sulla confezione, sgranarlo con un poco di olio, farlo raffreddare e condire con le verdure saltate, il grana e i pistacchi. Aggiustare di sale e pepe.
Tagliare i peperoncini verticalmente e dopo averli mondati dai semi e dai filamenti bianchi, riempirli della farcia.
Ungere una teglia da micronde con olio, disporre le verdure ripiene, cuocere a 600W di potenza con grill inserito per 6 minuti, lasciare riposare per 1 minuto prima di servire.

giovedì 24 maggio 2012

Soufflé di albicocche

Questa ricetta l'ho tratta dal libro "Il dolce della vita" di Franca Foffo, edito da Sovera Edizioni, un simpatico romanzo con tante ricette dolci, più o meno complicate. Si legge molto bene, è quello che ci vuole dopo una settimana pesante o una giornata in cui tutto è andato storto, rilassa, diverte ed è pure romantico.
Un misto di sentimenti e aneddoti simpatici, tutti inframmezzati da ricette di pasticceria spiegate a regola d'arte e con i segreti utili per ottenere un buon risultato.


Franca Foffo è la press agent del ristorante romano Taverna Flavia, noto locale della dolce vita romana, di proprietà della sua famiglia da tanti anni, ha già scritto un libro "E le stelle stanno a mangiare. La dolce vita continua" in cui racconta segreti, vizi e virtù dei personaggi famosi dagli anni 50 ai giorni nostri (Grace Kelly, Walter Chiari, e tanti altri) ed è stato un successo e ora eccoci qua con questa nuova uscita.


Il libro è avvincente già dalle prime pagine, se poi ci si dedica alle ricette riportate ...c'è davvero l'imbarazzo della scelta.
Ma quando ho letto di questi soufflé, che hanno un tempo di preparazione di un bel 10 minuti, cottura compresa, mi sono incuriosita parecchio.
Non appena ho trovato le prime albicocche ho subito acquistato anche gli altri ingredienti, che sono davvero pochi, e li ho preparati. Il bello di questo dolcetto golosissimo è che è pure light, mi sono divertita a calcolare le calorie che infatti sono circa 150 Kcal a porzione.


Ingredienti per 5 soufflé
400g di albicocche
70g di zucchero
50g di savoiardi
2 albumi
burro

Frullare le albicocche con  lo zucchero e i savoiardi, unire gli albumi montati a neve mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli.

Ungere con il burro le monoporzioni (utilizzare quelle in ceramica in modo da poterle mettere al microonde), inserire il composto, senza schiacciarlo o sbatterlo per evitare la rottura delle bolle d'aria.

Cuocere per 5 minuti in forno a microonde potenza max (1000W), far riposare 2 minuti.


Servire tiepidi.


Ho decorato con panna montata e una spolverata di nocciole tritate, elementi utili ad evidenziare il contrasto caldo-freddo e a dare un tocco di croccantezza.

sabato 3 dicembre 2011

Cavolini di Bruxelles alla fontina valdaostana


I cavolini di Bruxelles sono dei cavoli in miniatura troppo belli da vedere, con foglioline quasi rotonde, avvolgenti, che danno la forma arrotondata a questa verdura di colore verde chiaro.
A mio parere sono anche molto buoni, sicuramente il gusto è particolare...di cavolo, ma più delicato.
Sono in realtà dei germogli dei una varietà di Brassica oleracea gemmifera, un tipo di cavolo.
Contengono buone percentuali di sali minerali (fosforo, potassio, calcio), carboidrati e proteine, vedi qui, pare che abbiano proprietà antiulcera, antianemica, disintossicante, inoltre contenendo tiamina (vitamina B1) e acido folico aiutano ad aumentare la concentrazione.
E' consigliato il consumo alle donne perché, agendo in modo positivo nei confronti del metabolismo degli ormoni, aiuta a prevenire i tumori al seno.



Ingredienti
15-20 cavolini di Bruxelles
100g di fontina valdaostana DOP
parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di olio evo
sale

Mondare i cavoli (togliendo le foglioline più esterne e tagliando il gambo alla base), lavarli e posizionarli in un contenitore per micronde con l'olio, salare e bagnare con 2 cucchiai di acqua.

Cuocere a 900Watt di potenza per 4 minuti.
Far riposare per 1 minuto, mescolare e cuocere ancora 4 minuti.
Farcire con cubetti di fontina e scaglie di grana la superficie dei cavoli.
Cuocere per 2 minuti sempre alla stessa potenza in modo da sciogliere i formaggi.


Con questa ricetta partecipo al WHB#312 che questa settimana è ospitato da Cinzia del blog Cindystar:



Ricordo che il WHB versione italiana è organizzato da Brii, fondato da Kalyn, mentre l’attuale organizzatrice internazionale è Haalo.

martedì 11 ottobre 2011

Friggitelli ripieni

Dei friggitelli non ne avevo mai sentito parlare e mi incuriosivano parecchio, dovevo assaggiarli!
Li ho visti per la prima volta da Leti,è stata lei a farmeli conoscere, mi aveva affascinato con questa sua ricetta speciale.
Vedendoli l'altro giorno dal fruttivendolo non ho esitato ad acquistarli e ho provato a cucinarli prendendo spunto da quel piatto.




Ingredienti
10 friggitelli
80g di carne di manzo tritata
50g di salsiccia
1/2 panino
latte
50g di provolone
timo
olio evo
sale

Mondare i friggitelli e tagliarli a metà per il lungo.
Passarli velocemente in padella con olio evo per pochi minuti, far raffreddare.

Preparare la farcia: miscelare la salsiccia spellata, il manzo tritato, sale, pane ammollato nel latte (ben strizzato), timo.
Avvolgere a bastoncini di provolone la farcia e posarli sulla metà di ogni friggitello.




Posizionarli in una pirofila da forno e pennellare la superficie con un poco di olio evo.

Cuocere al microonde per 3 minuti a 620W di potenza.

Servire caldi.

venerdì 16 settembre 2011

Palombo al gratin



Questa ricetta davvero sprint, ti permette di tornare dal lavoro e, mentre il forno si scalda, preparare la teglia da cuocere...ma non solo,volendo, è possibile preparalo il giorno prima e cuocerlo al micronde il giorno successivo.
Lo considero il mio piatto salvataggio per eccellenza, e per questo ho pensato di farlo partecipare al contest del blog "La scimmia cruda"



Voi che ne dite?


Ingredienti per 4 persone
4 fette di palombo fresco
100g di pane grattugiato
50 ml di olio evo + 2 cucchiai
50 ml di vino bianco
erbe di Provenza (a piacere)
sale e pepe

Ungere una teglia con i 2 cucchiai di olio,adagiare le fette di pesce, salare leggermente.




Inserire in una ciotola il pane grattugiato, aggiustare di sale e pepe, unire le erbe di Provenza, e poi bagnare con olio e vino bianco.








Ricoprire la superficie del pesce.


Cuocere in forno statico a 180°C per 15 minuti, poi accendere il grill e proseguire per altri 10 minuti fino a formare la crosticina.



Se si decide di prepararlo per il giorno successivo, utilizzare teglie specifiche per micronde e conservare in frigorifero.
Il giorno dopo, cuocere a 650 watt di potenza per 10-13 minuti con la funzione combinato (grill + micro).

mercoledì 2 febbraio 2011

Trota salmonata alle verdurine

Quando si parla di secondi piatti, subito sono portata a pensare ad un succulento piatto di carne (arrosto o alla griglia, non ha importanza!), questo penso sia dovuto al fatto che abito lontano dal mare, che tradizionalmente in famiglia non si cucina il pesce e al fatto che ho sempre vissuto in un piccolo paese di provincia. Pensate che fino ad una decina di anni fa non esisteva la pescheria! Ora per fortuna con i supermercati è tutto diverso, vi sono banchi con pesce fresco che "dicono" arrivi ogni mattina.
In ogni caso faccio fatica a cucinare il pesce, mi sono imposta di cucinarlo almeno una volta alla settimana e cerco di mantenere questo impegno!
Questo piatto lo preparo quando sono in straritardo, è semplice e veloce...direi anche dietetico!




Ingredienti per 4 persone
4 filetti di trota salmonata
1 carota
6-7 pomodorini ciliegia
1 scalogno
olio evo
100ml di vino bianco secco
1 cucchiaino di salsa di pomodoro
sale e pepe




Fare un soffritto con olio evo e scalogno, aggiungere la carota tagliata a nastro con un pelapatate e dopo circa 10 minuti unire i pomodorini affettati e proseguire per qualche minuto.




Nel frattempo cuocere un filetto di trota alla volta in forno a microonde (a 600W di potenza per circa 2 minuti) utilizzando un piatto, avendo l'avvertenza di coprirlo per evitare di sporcare il forno (e già, infatti schizza un poco).
Quando tutti i filetti sono stati passati al microonde aggiungerli alla padella con le verdure.


Aggiustare di sale e di pepe.

Sfumare con il vino e unire il cucchiaino di salsa al pomodoro per dare un leggero colore rosato, continuare la cottura per qualche minuto!

lunedì 1 novembre 2010

Il mio roast beef

Questo mio cavallo di battaglia lo cucino al micronde, è un piatto velocissimo e si presenta molto bene.
La tipologia di carne da acquistare è senza dubbio la costata di manzo, ma risulta ottimo anche con il tondello o la coscia che sono parti decisamente più magre; infatti affettandolo sottile anche una carne magra non risulta stopposa.




Ingredienti
carne di manzo 800g-1000g
alloro
sale
olio evo

Legare la carne con lo spago da cucina, inserire qualche foglia di alloro nella legatura, salare massaggiando la superficie.




Utilizzare una pirofila che può essere messa nel forno a micronde e sul fuoco diretto, inserire 2-3 cucchiai di olio evo, farlo scaldare e poi aggiungere la carne.









Farla rosolare da tutti i lati, per un totale di 5-6 minuti.







Mettere il coperchio e infornare nel forno a micronde a 650 w di potenza per un tempo che dipende dalla dimensione del pezzo di carne e dalla cottura voluta.



800g di carne per cottura media: 16 minuti (come in foto)
800g carne al sangue: 14 minuti
800g carne ben cotta: 18 minuti

1000g di carne per cottura media: 18 minuti

Esempio di tabella per questa ricetta a 650Watt di potenza.

Terminata la cottura, raffreddare e tagliare con affettatrice.





Ecco come si presenta dopo la cottura.





Lo porto in tavola cosparso del suo sugo di cottura,che riduco a fuoco vivo per qualche minuto.
Si può servire al naturale con il sugetto caldo in una salsiera a parte.

martedì 17 agosto 2010

Sformato di patate


Ingredienti
4 patate
2 hg di prosciutto cotto
2 hg di fontina valdaostana
1 hg di parmigiano reggiano
25 ml di latte
25 ml di panna da montare
olio evo
sale
noce moscata

Far cuocere le patate a vapore e, quando sono ancora calde affettarle sottilmente (circa 3 mm).
Prendere una pirofila, ungere con olio e disporre uno strato di patate, salare, poi proseguire con la fontina a cubetti e il prosciutto cotto affettato, fare un ulteriore strato di patate,salare e grattugiare la noce moscata, spolverare con il parmigiano e poi disporre il prosciutto.
Ripartire con le patate, il sale, la fontina e il prosciutto. Continuare ad assemblere gli ingredienti con questo ordine finire con la panna e il latte .
Scaldare in microonde per 7-8 min a 650 di potenza funzione micro+grill.
Oppure in forno elettrico a 180°C per circa 15 min. con grill.

Piacciono a tutti, soprattutto ai bambini.
Il segreto è tagliare le patate sottili!